Il servizio di fatturazione elettronica delle Camere di Commercio dedicato alle piccole e medie imprese si arricchisce di nuove funzionalità per gestire la fatturazione elettronica anche verso imprese e privati, non solo verso la Pubblica Amministrazione.

Le Camere di Commercio hanno già reso disponibile un servizio di fatturazione elettronica gratuito che consente in un’unica soluzione online la compilazione, la trasmissione attraverso il Sistema di Interscambio e la completa gestione delle fatture verso la PA.

Dal 1° luglio 2016 il servizio consente inoltre, su base volontaria, la compilazione, la conservazione a norma e l’invio tramite PEC delle fatture emesse verso soggetti privati.

Dal 1° gennaio 2017 il sistema di fatturazione elettronica delle Camere di Commercio si integra con il Sistema di Interscambio (SdI), gestito dalla Agenzia delle Entrate, anche con riferimento alle operazioni effettuate nei confronti di privati (e non solo della PA.). I contribuenti potranno scegliere di trasmettere telematicamente alle Entrate i dati di tutte le fatture attive e passive e le relative variazioni, sempre su base volontaria. Lo strumento non richiede l’installazione di software ed include la conservazione a norma dei documenti contabili e delle relative notifiche per le annualità richieste dalla normativa vigente.

Per accedere basta inserire nel dispositivo in uso la propria Carta Nazionale dei Servizi (CNS) che potrà essere utilizzata anche per apporre la firma digitale, per garantire l’autenticitą dell’origine e l’integrità del contenuto verso il destinatario della fattura. L’accesso al servizio č garantito anche tramite SPID, il sistema Pubblico di Identità Digitale.